Month: April 2014

VETIVER: FITODEPURAZIONE

Posted on Updated on

ARTICOLO DI VETIVERITALIA.IT

La capacità delle piante di vetiver di estrarre inquinanti è stata estensivamente messa alla prova negli ultimi trenta anni in tutto il mondo, le applicazioni più comuni sono ai reflui domestici, reflui industrialiscarti mineraripercolato da discariche.

FANGHI ROSSI ALCALINI
LAVORAZIONE DELLA BAUXITE

Le piante hanno la capacità di resistere ed incorporare nella biomassa quantità straordinarie diAzoto, Fosforo, Potassio, Metalli Pesanti, Idrocarburi che sarebbero letali per ogni altra pianta.

Questa particolarità la rende adatta per la messa in sicurezza ed il progressivo disinquinamento di aree intensamente inquinate. La copertura vegetale permanente che si ottiene, riduce al minimo la volatilità degli inquinanti presenti sul terreno impedendo che questi penetrino nelle vie aeree di chi si trova in aree limitrofe e nella catena alimentare.

ECCO UN SOMMARIO DELLE TOLLERANZE:

    • Elevata tolleranza ad alti livelli di acidità, alcalinità (pH 3.0- 10,5), salinità, sodicità, magnesio.
    • Elevata tolleranza ad alti livelli di o Al, Mn, As, Cd, Cr, Ni, Pb, Hg, Se e Zn.
    • Tolleranza a livelli estremi di Azoto (10000Kg/ha/annum) e Fosforo (1000Kg/ha/annum).
    • Capacità di tollerare ed estrarre molecole quali EsaCloroCicloEsano (DDT) da terreni ed acque.
  • Elevati livelli di tolleranza ad erbicidi e pesticidi quali Diuron e Atrazina fino a concentrazioni di 2000mg/L.
  • Contemporaneo comportamento da Xerofita ed Idrofita (adattabilità alle condizioni di siccità estrema ed alla vita in palude) dovuto al particolare apparato radicale verticale e profondo, ricco di sclerenchima. Molto adatta a situazioni di allevamento Idroponico in vasche di trattamento (RZT) per scarichi fognari civili, industriali ed agricoli.
  • Allevata in lagune artificiali arriva a smaltire per evapotraspirazione fino a 279KL/ha/giorno circa 7,5 volte più delle comuni canne.

  • I dati relativi al contenuto di Azoto della biomassa di piante adulte indicano la capacità di estrazione ed eliminazione dei nitrati dagli strati più profondi del terreno.

    La maniera più innovativa di produrre biomassa per la filiera energetica o acqua riciclata, risiede proprio nella soluzione all’inquinamento che questa pianta può fornire a costi esigui.

LEGGI DI PIU’

 

Advertisements